Attualità

Iran 2015, Germania 1938

leggi tutti gli articoli »

Casi clinici

Un Caso di Schizofrenia

leggi tutti gli articoli »

Peste emozionale

La Facciata Sociale

leggi tutti gli articoli »

Iran 2015, Germania 1938
pubblicato il 14 July 2015


L’Occidente progressista e benpensante, con Obama in testa, ha concluso un trattato di non proliferazione nucleare con l’Iran. Tutto bello, promettente, ridente di futura prosperità e pace. L’ignoranza, o meglio il rifiuto, dell’esistenza del male, tipica del carattere socio-politico progressista è la variante mancante. L’Iran non è una potenza la cui finalità è il benessere, la pace e la prosperità della sua gente e altrui. La finalità inconscia di organizzazioni statali come questa purtroppo è distruttiva esattamente come lo era in Germania nel 1938. È la peste emozionale organizzata. Anche allora un ministro degli esteri pacifista, progressista – gli anglosassoni usano il termine “liberal” in un’accezione diversa dal nostro “liberale” – Neville Chamberlain, tornò da Monaco entusiasta e trionfante: “Torno dalla Germania portando la pace per il nostro tempo”.

Sappiamo tutti come andò…



La Crisi Finanziaria Greca
pubblicato il 9 July 2015


Ho discusso l’inutilità di applicare soluzioni politiche ai problemi socio-economici nel mio ultimo libro “Neither Left Nor Right” (“Né Sinistra Né Destra”). Essa è lampante nella crisi economica greca, risultato di un governo che spende più di quanto abbia incorrendo in debiti nazionali di miliardi di euro.

Il Primo Ministro Alexis Tsipras ha richiesto il referendum in seguito alla domanda dei creditori di aumentare l’austerità in cambio di ulteriori soccorsi in denaro per poter mantenere la solvibilità del paese. Facendo ciò Tsipras ha messo il problema nelle mani del popolo evitando di affrontarlo direttamente. Il dibattito pubblico su questo unico problema è quindi scaduto in infinite diatribe economiche e ideologiche. Per alcuni, l’identità greca quale paese europeo pienamente sviluppato è in pericolo, per altri il voto è un’opportunità di resistenza all’Europa. Il popolo greco e i suoi governanti sembrano non aver imparato niente sull’importanza della responsabilità finanziaria.

Tradotto con il permesso dell’autore, Charles Konia, 9 luglio 2015.



La funzione dei terroristi e del terrorismo
pubblicato il 9 September 2014


Il mondo occidentale si trova in uno stato di guerra non dichiarata con i fanatici islamo-fascisti medio-orientali. La guerra è condotta su due fronti, quello militare e quello ideologico. Per capire quello ideologico dobbiamo avere qualche nozione della peste emozionale e della caratterologia socio-politica.

Leggi il resto di questo articolo »



La nascita dello Stato fascista nero
pubblicato il 6 September 2014


Prima di affrontare gli Stati fascisti neri (islamo-fascisti) dobbiamo sapere come sorgono. Oggi è possibile sapere come nasca uno stato fascista nero quasi dal niente grazie alla conoscenza della caratterologia socio-politica e della situazione attuale in Medio Oriente. Questo ci permette di capire come la peste emozionale si organizzi politicamente diventando epidemica.

Leggi il resto di questo articolo »



Ma gli Arabi sono tutti uguali?
pubblicato il 14 July 2014


C’è una generale confusione su come dobbiamo considerare gli Arabi. La risposta più semplice è che ve ne sono di due tipi: quelli con un atteggiamento di tollerante “vivi e lascia vivere” e quelli che si identificano come politici mussulmani e hanno giurato fedeltà all’Islam. Il primo gruppo conosce la distinzione fra Stato e religione, il secondo identifica la religione mussulmana con lo Stato e crede che esso debba espandersi e conquistare il mondo uccidendo tutti i miscredenti se necessario. Questa distinzione porta alla luce l’enorme importanza della Caratterologia socio-politica, senza la quale non si può capire cosa sta succedendo fra gli Arabi in Medio Oriente e in America. La maggior parte degli Arabi appartiene alla destra dello spettro socio-politico a vari gradi, a causa delle loro profonde radici tribali e la loro educazione rigidamente autoritaria. All’immediata destra rispetto al centro, si pongono gli Arabi Conservatori, seguiti dai Conservatori estremisti, dai Reazionari e infine, all’estrema destra, dagli Islamo-fascisti.

Leggi il resto di questo articolo »